Industria Farmaceutica e Settore Ospedaliero

L’industria farmaceutica

Molti farmaci, vaccini, sieri, campioni di sangue e materiali biologici di vario tipo hanno la necessità di essere trasportati a temperature basse e costanti. Inoltre utilizzata al posto di sostanze nocive da molte imprese di cerimonie funerarie, l’anidride carbonica solida conserva i corpi in maniera ecologica. Scendendo più nello specifico, per quanto riguarda l’industria farmaceutica, le applicazioni possibili sono veramente numerose: vediamone alcune.

Proprietà dell’anidride carbonica e sue applicazioni

La CO2 ha caratteristiche batteriostatiche che impediscono la proliferazione dei batteri, questo consente di produrre e confezionare pillole, fiale, vaccini e altri preparati medici. Conservare i prodotti all’interno di un determinato range di temperature è fondamentale per la qualità dei medicinali e degli altri prodotti farmaceutici. Il potere refrigerante disponibile con la neve carbonica è molto elevato, infatti è quasi doppio rispetto a quello del ghiaccio normale poiché si attesta intorno alle 150 Kcal per kg.

Test dei farmaci e criochirurgia

Il notevole impiego dell’anidride carbonica o neve carbonica riguarda anche i test dei farmaci che essendo sostanze dedicate alla salute umana devono essere sottoposte a studi e controlli di vario tipo, tra cui molti test effettuati a bassissime temperature. Ma le possibilità di impiego riguardano anche il delicato compito di trasportare organi, midollo e qualsiasi campione di cellule viventi. La neve carbonica trova un altro utilizzo nella criochirurgia: applicata sulla pelle cura le affezioni cutanee benigne, anche associata ad altre terapie. Estremamente economica e naturale non ha tossicità, non inquina e non ha odore: ecco perché trova moltissimi campi di applicazione. Inoltre i residui sono minimi.

Ospedali, ma non solo

Specifiche competenze, organizzazione logistica e strutture idonee permettono di inviare ghiaccio secco a ospedali, compagnie farmaceutiche, enti di ricerca e a istituti di biotecnologia. Anche veterinari e laboratori di analisi utilizzano i benefici dati dall’anidride carbonica fornita in diversi formati (mattonelle, tavolette, pastiglie, pellets) a seconda delle esigenze e dei campi di applicazione. L’anidride carbonica deve essere stoccata in contenitori isolati che impediscono il processo di sublimazione, in seguito al quale parte del quantitativo si dissolve.